in , ,

Conclusasi la videoconferenza dei sindacati con l’Ing. Foti sul settore antincendio. Ecco quanto comunicato dall’Ugl Sicilia

Riceviamo dal Segretario Franco Arena dell’Ugl Sicilia

Si e conclusa la riunione in videoconferenza convocata dal  Dirigente generale del corpo forestale con le organizzazioni sindacali confederali CGIL, CISL, UIL e UGL per la firma del documento sulle procedure per la prevenzione e la sicurezza dei lavoratori  del servizio antincendio boschivo in ordine all’emergenza .

L’Ing. Foti ci ha inoltre assicurato che la campagna antincendio sarà avviata come previsto per legge regolarmente il 15 di giugno e che darà disposizioni a tutti gli ispettorati provinciali di mettere in atto  tutte le iniziative per pianificare gli avvenimenti.


Come UGL abbiamo chiesto:

  • disponibilità di locali per le visite mediche evitando grossi spostamenti dei lavoratori;
  • trovare una soluzione per i lavoratori fragili, perché non siano penalizzati;
  • definire le procedure per assegnazione qualifica di capo squadra AIB;
  • rimpinguare i posti vacanti nel contingente antincendi con l’assunzione di lavoratori 101ista o 78isti della manutenzione;
  • affiancare i torrettisti con un’altra unità, sia di giorno che di notte , per evitare lavoro in solitudine:
  • trovare il modo per impegnare sin da subito i lavoratori 151isti nel servizio antincendio, anche per eventuali incendi ;
  • bloccare richieste restituzione somme arretrate ai lavoratori;
  • sicurezza nelle squadre e postazioni antincendio;
  • fornitura dispositivi di sicurezza;
  • efficienza e dotazione dei mezzi antincendio;
  • abbiamo anche chiesto che il lavoro si svolga su turni di 6,30 e comunque di concordare in ambito provinciale l’orario di lavoro;
  • di facilitarne i cambi turno.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Coronavirus, l’allarme dell’Inps: «I morti sono di più, dati Protezione civile poco attendibili»

Notizie dall’Edicola. Le Prime Pagine di oggi 22 Maggio