in , ,

Coronavirus, dalle multe al bollo tutte le proroghe per gli automobilisti

MILANO – A gettare uno sguardo sulle strade delle nostre città, se non suonasse di cattivo gusto nel pieno di una pandemia che sta mietendo tante vittime, si potrebbe dire che gli automobilisti sembrano una specie in via di estinzione. Le vie sono semideserte, il traffico rarefatto, anche se non quanto dovrebbe (lo dimostrano in controlli delle forze dell’ordine) grazie ai furbi e ai… distratti che invece non si estinguono mai: per la stragrande maggioranza degli italiani rispettosi delle regole – e della salute propria e altrui – mettersi al volante è diventato un lontano ricordo.

Un ricordo che però potrebbe generare anche dei sensi di colpa, inducendo a qualche improvvida trasgressione pur di rispettare qualche scadenza. Timore ingiustificato alla luce degli ormai famosi Dpcm che hanno cancellato almeno per qualche tempo le occasioni che avrebbero potuto imporre – sia agli automobilisti, sia ai dipendenti pubblici e privati coinvolti – di uscire dall’isolamento forzato.

Cominciamo dalle patenti, la cui scadenza in condizioni normali può portare al sequestro amministrativo del mezzo. I rinnovi delle licenze di guida in scadenza entro il 18 marzo sono stati prorogati fino al 31 agosto. Analogo il discorso per chi rischia di andare in fibrillazione quando si avvicina il momento della revisione: anche in questo caso può prendersela con calma perché c’è tempo fino al 31 ottobre per effettuare le verifiche di legge inizialmente previste entro il 31 luglio.

Anche il bollo auto diventa elastico, e se in scadenza a marzo e aprile diventa pagabile fino al 30 giugno. Persino le multe si ammorbidiscono, anche se non troppo: nessuna clemenza per l’infrazione in sé, ma si allungano i tempi che consentono di beneficiare del 30% di riduzione in caso di sollecito pagamento della sanzione: i verbali notificati o contestati entro il 31 maggio potranno essere pagati con lo sconto entro 30 giorni, e non entro i 5 previsti in tempi normali.

E, fino al 31 ottobre, non ci sarà più nemmeno bisogno di precipitarsi a fare la revisione di auto, moto o motorini: tutte le revisioni che sulla carta di circolazione hanno una scadenza fino al 31 luglio 2020 sono infatti prorogate fino al 31 ottobre. Si potrà quindi continuare, laddove strettamente necessario, senza rischio di incorrere in sanzioni.

Un occhio di riguardo, infine, anche per chi il volante lo impugna per professione. Tutti gli attestati che consentono di guidare autobus, autotreni e autoarticolati e che arrivano a scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile restano automaticamente valdi fino al 15 giugno, mentre è prorogata al 30 giugno la validità sia della Cqc (la Carta di qualificazione del conducente), sia del Cpp, il Certificato di formazione professionale per il trasporto di merci pericolose.

Più tempo per pagare le multe per infrazioni del Codice della strada con lo sconto. Fino a fine maggio chi riceve la notifica di una multa la potrà pagare con lo sconto del 30% entro 30 giorni, anziché gli abituali 5 giorni di tolleranza. la forma di pagamento scontato avrà efficacia dopo la scadenza del periodo di sospensione dai pagamenti, attualmente fissato al 3 aprile (di lì vanno calcolati i 30 giorni). L’agevolazione riguarda i verbali notificati o contestati fino al 31 maggio.

Inoltre anche le polizze rc auto saranno valide per un mese dopo la scadenza, anziché gli attuali 15 giorni. Lo prevede il decreto Cura Italia. Fino al 31 luglio, si legge nella norma, il termine entro cui “l’impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza, è prorogato di ulteriori quindici giorni”.

Con l’auspicio che un prossimo Dpcm non debba procedere a un’ulteriore dilatazione delle scadenze: vorrebbe infatti dire che l’uscita dal tunnel e la fine della reclusione collettiva sono ancora lontane.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Buoni spesa Napoli, 300 euro a famiglia, ecco chi li avrà: la delibera

Si cambia. Sì alla camminata genitore-figli. Jogging ammesso