in , , ,

Coronavirus, De Luca: “Pronti a chiudere la Campania”.

In Italia contagi sono in aumento, ma non al punto da considerare valida l’ipotesi di attuare un nuovo blocco della mobilità tra regioni per scongiurare un’altra ondata di coronavirus. Al Meeting Cl di Rimini il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini risponde al presidente De Luca che ieri aveva paventato lo stop per la Campania a fine agosto. “In questo momento mi pare di no. – esclude Bonaccini – Dopodiché si segue sempre l’evoluzione del virus e poi si discute tra Regioni e Governo. Bisogna sempre tenere monitorata la situazione perché quelli che parlano il giorno dopo mi hanno sempre fatto abbastanza pena”.

Ieri De Luca aveva lanciato l’idea, per ora scartata dal governo, durante una delle sue dirette Facebook destinata a far discutere. “A fine agosto – aveva dichiarato live contando i 68 contagi in più nella regione – vedremo se chiedere o no al governo di ripristinare la limitazione della mobilità intraregionale. Lo decideremo tra 15 giorni con grande determinazione, salvo i casi di motivi di lavoro o di salute. Ci regoleremo anche sui contagi nel resto d’Italia”.

L’ipotesi della barriera tra una regione e l’altra non è piaciuta all’ex governatore Stefano Caldoro, candidato alla presidenza regionale per il centrodestra, che già ieri aveva attaccato De Luca: “E’ in evidente stato confusionale: sparge paura per fini elettorali”. Oggi il governatore dell’Emilia Romagna spiega che la situazione non richiede una misura del genere: “Per ora mi pare che la situazione, pur in crescita, sia ancora sotto controllo. Rispetto agli altri paesi europei, siamo il Paese che sta arginando meglio la pandemia è vero, si è abbassata molto l’età media dei positivi seppure sono casi meno gravi di quando, mesi fa, avevamo i reparti di terapia intensiva pieni. Ma bisogna stare molto attenti ed evitare di dire che il virus è sconfitto: non lo sarà finché non avremo un vaccino”.

L’idea del blocco della mobilità non piace neppure al governatore ligure Giovanni Toti: “Non ritengo vi sia una emergenza clinico-sanitaria tale da presupporre o fare presagire ulteriori chiusure. Stiamo attenti, teniamo la mascherina, facciamo tutto quello che dobbiamo fare ma evitiamo di tornare a terrorizzare questo Paese che non ne ha bisogno”.

FONTE – REPUBBLICA

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Coronavirus, nel Lazio 215 casi: il 61% è collegato a rientri da vacanze

Riforma pensione. Età a 62 anni per un post Quota 100 ??