in , , , ,

Ennesimo incidente su lavoro. Vittima un 25enne bracciante agricolo. Uila-Uil: “Il governo fermi questa strage infinita”

“Dolore, rabbia e frustrazione sono i sentimenti dominanti che proviamo dopo l’ennesimo incidente sul lavoro di cui è stata vittima, nel piacentino, questa volta, una giovane bracciante di 25 anni che in queste ore sta lottando tra la vita e la morte”. 

Così Stefano Mantegazza, segretario generale Uila-Uil, commenta, in occasione della inaugurazione di una nuova sede Uila a Martinsicuro,  l’incidente avvenuto ieri in un’azienda agricola della provincia di Piacenza, dove Marinela Kerri, di origini albanesi è rimasta impigliata per i capelli a un cardano, strumento utilizzato per estrarre acqua da un pozzo e irrigare i campi, che l’ha risucchiata facendole sbattere con violenza la testa.

“Dolore, pensando al dramma di Marinela e alla sofferenza dei suoi familiari; rabbia perché non è accettabile continuare a rischiare ogni giorno la vita lavorando e, infine, frustrazione perché ci sentiamo impotenti di fronte a questo stillicidio continuo”. “Ma, aggiunge Mantegazza, rabbia e frustrazione la proviamo anche di fronte a questo governo che, al di là delle parole, non ha ancora realizzato azioni concrete ed efficaci per fermare questa strage infinita. Noi restiamo convinti che accanto alla necessaria crescita di consapevolezza dell’importanza di rispettare le norme di prevenzione, sia necessaria una maggiore formazione, più controlli e un numero maggiore di ispettori”.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Al via la campagna di prevenzione incendi in Puglia

Calano i contagi ma, è allarme sulla variante Delta. Cause e sintomi