Farmacista rimuove oltre 500 dosi di vaccino anti Covid dal freezer e le rende inutilizzabili

Ha rimosso intenzionalmente oltre 500 dosi di vaccino anti Covid dal sistema di refrigerazione rendendole inutilizzabili e mettendo potenzialmente a rischio la salute delle persone che avrebbero ricevuto la dose manomessa. Il vaccino è quello prodotto dalla casa farmaceutica Moderna.

La notizia arriva dagli Stati Uniti, dove un farmacista di un ospedale di Milwaukee, nello stato di Wisconsin, è stato arrestato. La polizia non ha reso noto il nome dell’uomo ed è sconosciuto anche il movente del gesto. Il responsabile è stato incriminato per aver messo in pericolo la sicurezza, per aver adulterato un farmaco e per danneggiamenti.

Secondo quanto ha reso noto ieri la polizia, l’uomo avrebbe fornito all’Aurora Medical Center una dichiarazione scritta in cui afferma di aver agito in modo intenzionale rimuovendo le viale dal frigorifero la mattina del 26 dicembre per alcune ore e anche nella notte tra il 24 ed il 25 dicembre.

Ora si teme che le vaccinazioni fatte sabato 26 dicembre – prima che venisse scoperto il problema e venissero quindi eliminate tutte le dosi compromesse – possano risultare non efficaci. I vertici dell’ospedale stanno lavorando con Moderna e con la Fda per determinare una strategia da usare con le persone che hanno ricevuto le dosi potenzialmente danneggiate dalla permanenza fuori dal frigorifero. “Le azioni di questo individuo provocheranno un ritardo nella vaccinazione di oltre 500 persone.Siamo profondamente arrabbiati“, concludono dall’ospedale.

ilfattoquotidiano

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Stabilizzazione dei precari. L’Ars dà il via libera per Asu ed ex Lsu

Il vaccino contro il Covid è stato un regalo di Natale. Europa alle prese con la poca disponibilità di fiale