in , , ,

Forestali, semplice riflessione sulla situazione attuale….

– C’è molta ma molta confusione nel comparto agricolo forestale sulla situazione dei 600 euro da impartire ai lavoratori agricoli. Tutti,tanti, chiedono risposte immediate senza capire che attualmente la situazione è questa e con tutti le problematiche che il governo ha in atto , non può pensare o non riesce a far partire la macchina elaborativa per elargire tale somme, seppur il forestale ha fortemente bisogno e ha una pezza davanti e una dietro….

Sindacati che pubblicano,chiedono, scrivono e tentano di far presentare domandine ai lavoratori con moduli inesistenti, inventati, ma preparati da loro per accaparrarsi colui che , con l’acqua alla gola attende “una manna” dal cielo, come se attualmente mancasse per il lavoratore nel dare l’imput finale. Ennesimo sciacallaggio anche dagli addetti ai lavori che “fanno fudda” senza che ancora c’è niente e, se quasi tutti hanno capito che quando l’Inps sarà pronta, darà il via appena per presentare la richiesta, basta solo aspettare e non far capire che Tizio è più intelligente di Caio. Somma che a quanto sembra è limitata ad una parte di lavoratori e cioè a “chi arriva prima” visto che, la somma stanziata non basterà alla platea italiana, dunque ci sarà chi avrà la pancia piena e chi vuota. Il Governo nazionale e regionale sanno quello che devono fare ed è inutile alzare la voce o mandare lettere solo per essere cestinate tutte come le altre o far capire che Tizio si impegna e Caio assiste lo spettacolo…..

Si potrebbe dire allora: che facciamo stiamo, tutti con le braccia conserte ? Oggi si, e se qualcuno ha intenzione di mettersi in evidenza o prendere la palla in mano per il bene comune (sempre se tal sia), basti che organizzi uno sciopero generale del settore forestale appena le condizioni di Covid-19 lo consentono visto che, la notte è sempre più buia ….. per chi non ha capito.

Stessa situazione per la riforma del settore, niente di niente, sono saltate date, proclami, fasce,stabilizzazioni e quant’altro. Si spera che si possa riprendere il dialogo appena si calmino le acque e forse, attualmente l’unica cosa plausibile e più facile da condividere è lo stipendio di dicembre entro la settimana. Per le altre cose, ahimè alla prossima puntata

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Negato il gratta e vinci. Spara alla tabaccaia e poi si uccide

CORONAVIRUS, “STOP POLEMICHE, SI VADA AVANTI CON LE RESTRIZIONI”