in , ,

Hanno vinto “una piccola battaglia” gli operai Forestali delle Madonie. Nuovo dispositivo di protezione per il freddo

ForestaliNews, 29/01/2020. – E’ stato aggiunto un nuovo dispositivo di protezione individuale ai lavoratori forestali delle Madonie. Si tratta di un copricapo in pile da porre sotto il casco in dotazione e riparare dal freddo i lavoratori forestali. E’ stato accolto dunque tale sollecito fatto durante gli anni dai lavoratori e da ForestaliNews che, ha spesso sollecitato gli uffici competenti con lettera scritta e firmata dagli operai e, dalla stessa Cgil di Palermo che ha riferito le lamentele degli stessi. Altro problema ancora in corso, è quello relativo alle calzature invernali fornite ai lavoratori che, essendo di camoscio assorbono l’acqua durante la pioggia. Un disagio lavorativo per i forestali che devono svolgere l’attività con piedi umidi o bagnati e problema segnalato al dirigente Lo Meo – https://www.forestalinews.it/sicilia-scarponcino-di-lavoro-inadatto-per-gli-operai-forestalinews-lo-fa-presente-in-una-lettera-al-dirigente-dott-lo-meo/

In inverno e soprattutto nel territorio delle Madonie i lavoratori durante i mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre hanno lamentato che, da disposizioni interne o meno, non avevano la possibilità di ripararsi dal freddo con berretti personali. Dunque da qui un susseguirsi di problematiche con i preposti e la direzione che, dopo anni e anni ha accolto finalmente tale richiesta. I lavoratori OTI hanno già da oggi “testato” il berretto e, nonostante le apparenti giornate favorevoli non hanno disprezzato il sotto-casco visto che lavorano ad altezze non indifferenti.

Tale dispositivo sarà consegnato in seguito anche ai lavoratori 151-101-78 appena inizieranno a lavorare con molta probabilità dai mesi di Aprile-Maggio. Infatti ancora non si conoscono i tempi ma in linea di massima il periodo varia in base ad esigenze territoriale, di cassa e di progetti.

Certo, sono ben altre le problematiche all’interno del settore, e parliamo di continuità  e futuro lavorativo, in attesa di capire se il governo regionale ha intenzioni di portare a termine ciò che ha promesso ai lavoratori nell’intento comune di favorire la forza lavorativa (stabilizzazione o aumento di giornate) e il territorio stesso visto che, c’è tanto da fare sia all’interno che fuori dal demanio forestale.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

“Salvini ha pagato errore citofono”

Per Quota 100 non c’è pace, c’è chi parla di stop anticipato, ma è davvero a rischio per il 2020 ?