in , , ,

I Forestali tornano alla carica. “Vogliamo lo stipendio arretrato, dobbiamo vivere”

Men Depressed As Often As Women

Giungono a ForestaliNews, lamentele,domande e chiarimenti sulla questione degli stipendi arretrati dei lavoratori forestali siciliani che attendono ad oggi la restante parte del mese di Ottobre, in aggiunta ai mesi di Novembre e Dicembre. Una questione irrisolta dal governo regionale di Nello Musumeci che, in concomitanza della chiusura delle casse regionali per le festività annuali, tenta di spostare il tiro su tale problema.

Seppur in parte possa essere una realtà e, in attesa della riapertura e della lentezza burocratica, è altrettanto veritiera quella dei lavoratori che devono sopperire alle esigenze familiari nel pagare bollette, fare la spesa e affrontare tutto ciò che personalmente o meno, fà parte della quotidianità comune. Un diritto sacrosanto se vogliamo dirla tutta ma, che non corrisponde ad una situazione di fatto che si ripete di mese in mese e di anno in anno. Esigenze che in aggiunta al fattore Covid può solo peggiorare perchè restando a casa e limitando il lavoro si deve continuare a sopravvivere (perchè di questo si tratta) in attesa di affrontare la nuova stagione che non partirà non prima di Maggio. Conti in mano dunque, sono cinque mesi senza stipendio e, se aggiungiamo i mesi arretrati da percepire e il dopo, per toccare in mano la stipendio ci vorranno più di sei mesi.

E il governo cosa fà ? Attendere prego, è la ricorrenza comune che tutti dicono, un’attesa che non rientra più nella logica comune e nella pazienza fisica di tanti che, si scagliano principalmente con i sindacati rei di avallare il tutto , consapevoli che lo stipendio per loro e i politici vi è, e per tanti rimane un miraggio. Chiunque colore politico e sindacale possa essere attore protagonista (all’inverso), non riesce a sbloccare o magari spingere per una risoluzione totale o parziale della questione, e non bastano nemmeno i comunicati di facciata per far capire che qualcosa si muove.

Con il nuovo cambio Assessoriale, si torna a riprendere la cantilena di incontri, progetti,stipendi e riforma che tutti sanno ma…. nessuno sente. Un ripetersi di un film già visto e una lungometraggio fantozziano che ormai è impresso a tutte le menti sane e insane. Rimane la speranza che tali lavoratori (quando nè avranno voglia…) scenderanno in piazza una volta per tutte, nel risolvere una vertenza che dura 30 anni e più.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Coronavirus, l’Italia si colora di arancione. Nove regioni a rischio

Sicilia in zona arancione una settimana prima. Musumeci: “Siamo preoccupati”