in , ,

I media dello Stato islamico incoraggiano i jihadisti a provocare incendi boschivi negli Stati Uniti e in Europa

Quraysh Media, un’organizzazione mediatica che sostiene lo Stato islamico, sta incoraggiando i seguaci dell’ISIS a dare il via agli incendi negli Stati Uniti e in Europa come un nuovo modo di “scatenare la jihad”. Il Middle East Media Research Institute (MEMRI) ha individuato quattro poster distribuiti da Quraysh Media da aprile contenente il messaggio (letteralmente) incendiario ai devoti dello Stato Islamico, o “monoteisti”, come preferisce chiamarli Quraysh Media. Due dei poster includevano immagini di pompieri americani che combattevano incendi. “Accendi i fuochi nelle foreste di America, Francia, Gran Bretagna e Germania, perché sono dolorosi per loro”, ha spiegato il quarto poster, che è stato rilasciato lunedì. Vari organi di informazione occidentali hanno ipotizzato che lo Stato Islamico sia stato ispirato dall’eruzione di incendi in California, anche se non sembra esserci alcuna prova chiara di ciò.

L’ISIS è stato conosciuto per celebrare le morti americane in precedenti incendi e ha preso il merito per aver provocato incendi nelle colture in Siria e Iraq. Quraysh Media è uno dei più importanti portavoce dello Stato Islamico a chiedersi se il leader dell’ISIS Abu Bakr al-Baghdadi sia stato veramente ucciso dalle forze speciali statunitensi in un raid di fine ottobre. Quraysh si riferisce generalmente a Baghdadi come se fosse ancora vivo. Oltre a toccare la base con i suoi sostenitori d’oltremare, lo Stato islamico è stato impegnato a convincere le bande terroristiche affiliate a rinnovare i loro giuramenti di fedeltà al nuovo leader dell’ISIS, che lavora sotto lo pseudonimo di “Abu Ibrahim al-Hashini al-Qurashi”.

Il suo pseudonimo , e il nome di Quraysh Media, si riferiscono entrambi alla profezia del profeta Islam, Mohammed. I media dell’ISIS hanno distribuito le foto dei combattenti affiliati recitando il bay’ah, il rituale giuramento di lealtà, alla nuova leadership. Tra i gruppi di spicco che rispondono alla nuova leadership spicca l’IS-Khorasan, il ramo dello Stato islamico pericoloso e determinato in Afghanistan. Con una stima di quattro-cinquemila combattenti, IS-Khorasan è considerato uno dei più grandi affiliati dell’organizzazione terroristica.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Berlusconi.”Ormai siamo ad un punto di non ritorno”

Pamela, unica a pilotare l’elicottero Mangusta: ​«Io, top gun e mamma combatto senza paura»