in , , , ,

Il Sifus incontra il Ministro Patuanelli. Bonus Agricoli di 1200€ una tantum, inserito nel prossimo “sostegni bis”

Positivo incontro odierno presso il Ministero alle Politiche Agricole tra il Ministro, Sen. Stefano Patuanelli e il SiFUS rappresentato dal segretario generale, Maurizio Grosso e dai segretari nazionali del settore bracciantile, Lino Masi e dei Consorzi di Bonifica, Ernesto Abate.
I temi affrontati durante l’ incontro sono stati quelli sollevati dal SiFUS e precisamente:
1) bonus rivolto ai braccianti agricoli;
2) riconferma delle giornate lavorative dell’anno precendente sia dal punto di vista assistenziale che previdenziale;
3) piano programmatico per superare il lavoro nero, quello grigio e il caporalato;
4) superamento dell’attuale PAC come rivendicato dall’ “alleanza per la sovranità alimentare”.


Il Ministro Patuanelli si è così espresso sui 4 punti:
1) il bonus ai braccianti agricoli verrà inserito nel decreto “sostegni bis” che dovrebbe essere pubblicato tra la seconda e la terza settimana di maggio. A tal uopo, sono stati già stanziati 670 milioni di euro che consentitanno di erogare 1200 euro una tantum ed automaticamente ad ogni lavoratore agricolo a tempo determinato a condizione che nel 2020 abbia lavorato minimo 50 giornate e che oggi non benefici di reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, pensioni.
2) Condivide la riconferma delle giornate così come rappresentata dal SiFUS ma non può inserirla nel decreto “sostegni bis” poiché già formalmente definito. Tuttavia,in occasione della discussione in aula del decreto medesimo, si impegna a sostenere qualsiasi parlamentare che proporrà un emendamento che vada in questa direzione.
Ovviamente, il SiFUS, ha già coinvolto, oggi stesso, alcuni tra deputati e senatori di diverse forze politiche ( Sen. Tentacoste, on. Lombardo, Sen. Abate, on. Bucalo, Sen. Naturale e Sen. Paragone) al fine di presentare l’emendamento pro riconferma giornate 2020.
3) Condivide la necessità di affrontare e contribuire a superare i temi del lavoro nero, grigio e del caporalato nonostante sia di stretta competenza del Ministero del Lavoro. In questa direzione attende il documento che gli verrà inviato dal Sifus e che verrà presentato, in conferenza stampa presso la Camera di deputati tra una quindicina di giorni, dall’ “alleanza per la sovranità alimentare”.
4) Condivide e si batterà per inserie nella nuova PAC la premialita per le aziende che producono cibo sano ed impiegano braccianti agricoli a cui viene rispettato il CCNL.
Il gruppo dirigente del SiFUS si è dichiarato soddisfatto, ma rimarrà vigile perché quanto dichiarato dal Ministro si trasformi in fatti concreti.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Indennità di Disoccupazione per i lavoratori Agricoli e Forestali. Ci siamo quasi…

“Le istituzioni si mostrino disponibili nel riconoscere le Zone Franche Montane di Sicilia”