in , , , ,

Incendi ad Altofonte. La gente scende in piazza per protestare

Dopo i 12 roghi che ad Altofonte hanno bruciato 900 ettari di bosco, ciò che resta degli alberi sono mozziconi grigio cenere che non trattengono più il terreno. Le rocce della montagna incenerita, rischiano di franare sulla strade, le abitazioni. Adesso gli abitanti del paese sono spaventati. Giuseppe Castellese de Il Forum della Valle dell’Oreto, ha indetto una manifestazione per dire ‘Basta agli incendi e alla devastazione del paesaggio siciliano’. Ernesta Morabito, responsabile ambiente dell’associazione Italia Nostra ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica e chiede che venga applicata la Legge nazionale 68/2015 contro il disastro ambientale. Tonino Russo della Flai Cgil Sicilia si domanda come mai i Comuni ritardino nel censire le aree bruciate. Creare un catasto delle zone boschive percorse dal fuoco è una misura che la Regione Siciliana deve applicare per legge. Infine, Vito Lo Monaco, presidente Cento Studi Pio La Torre, afferma: “La Regione ha una grande responsabilità per avere indebolito la prevenzione antincendio e le politiche di recupero delle aree montane, abbandonate a loro stesse”.

rai

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Forestali, Figuccia: “Finalmente giustizia per gli arretrati non dovuti”