in , , , ,

Incendi boschivi in Sicilia, Flai-Cgil: “Gravi ritardi del governo regionale” !

Pino Mandrà, segretario FLAI – CGIL Catania, denuncia a gran voce: «I forestali dell’Azienda Forestale sono stati avviati con grave ritardo. Questi lavoratori, oltre ad avere un ruolo strategico per il contrasto al dissesto idrogeologico, hanno un ruolo particolare legato a tutti i lavori di sistemazione che vengono fatti nei boschi come contrasto agli incendi. Solitamente questi lavoratori venivano avviati per tempo nei mesi di marzo e ad aprile, quando sono nelle condizioni di poter lavorare e creare le condizioni per il contrasto agli incendi».
«La campagna antincendio, invece, normalmente comincia il 15 giugno, quando vengono avviati i lavoratori. Ma quest’anno non c’è la certezza che possa essere così». Mandrà perciò accusa: «Questo ritardo è imputabile alle gravissime carenze del governo regionale, ovviamente».

«Già le temperature si sono alzate», osserva il sindacalista. «L’anno scorso abbiamo assistito a una diffusione degli incendi che è stata pazzesca. Quest’anno, un governo razionale che tiene al proprio territorio avrebbe dovuto avviare per tempo i lavoratori dell’Azienda Forestale». Il segretario FLAI – CGIL Catania perciò spiega: «I lavoratori dell’Azienda Forestale sono i lavoratori che svolgono tutti i lavori propedeutici alla campagna antincendio, oltre a occuparsi di dissesto idrogeologico. Gli operatori dell’antincendio, invece, sono le squadre di pronto intervento».
«I forestali dell’Azienda Forestale sono stati avviati martedì scorso e non è che ora – incalza Pino Mandrà -, perché sono stati avviati, il problema è risolto. Questi lavoratori non hanno materialmente il tempo di preparare la campagna antincendio. Dei viali parafuoco ne potranno predesporre fin dove arrivano. Ci vogliono tanti mesi per fare questi tipi di lavori. E non c’è soluzione per ottemperare a questo problema».
«Si tratta di una inadempienza gravissima che ha commesso questo governo regionale», rileva Mandrà.

«Adesso, pare che ci siano tutte le condizioni che il governo voglia perseverare nel ritardo dell’avvio dei lavoratori dell’antincendio. Arrivano già questi segnali negativi: anche l’avviamento delle squadre antincendio avverrà con ritardo. E tutto questo con la responsabilità enerme di chi fa tanti proclami in campagna elettorale sul ruolo dei lavoratori forestali, sulla stabilizzazione dei lavoratori forestali quando invece non avvia nemmeno gli stagionali. Proclami, ma nulla di fatto».
«Questo per quanto riguarda i forestali. La stessa cosa sta avvenendo per quanto riguarda i consorzi di bonifica», continua Pino Mandrà. «Gli stagionali solitamente vengono avviati tra febbraio e marzo per svolgere tutti i lavori propedeutici anche lì contro il dissesto idrogeologico ma in preparazione della campagna irrigua che oggi parte azzoppata: tutti i lavori che dovevano essere fatti per tempo non possono essere svolti con precisione perché non ci sono i tempi tecnici». E senza mezzi termini il segretario FLAI – CGIL Catania si appresta alle conclusioni: «Al governo regionale evidentemente non sta a cuore l’agricoltura siciliana. Ci troviamo difronte a un governo regionale miope che non pensa neppure all’agricoltura siciliana: quando non funzionano i forestali per un verso e i consorzi di bonifica per l’altro, in una regione dove l’agricoltura è il settore primario e l’unico che cresce come PIL, è chiaro che il governo non sappia che cosa sia l’agricoltura siciliana».

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

L’Uefa stoppa il Milan. Rischia l’esclusione dall’Europa League !

Prevenzione incendi e reati ambientali ad Agrigento. Protocollo d’intesa firmato !