in , ,

La montagna ha partorito il topolino. L’ARS ha varato la riforma “light” dei vitalizi

Un taglio lineare del 9% per 5 anni. Una scelta che ha scatenato le reazioni dei Cinquestelle contro l’asse che ha unito il Pd e il centrodestra.

Alla fine quasi tutti hanno alzato le vele per spingere in porto la riforma. I deputati di Cinquestelle non hanno votato. Sul fronte dell’opposizione altri due deputati hanno voluto prendere le distanze. Franco De Domenico (Pd) e Claudio Fava (Centopassi) si sono astenuti. Contro la riforma ha votato il parlamentare Figuccia. 

Nel dettaglio è prevista una riduzione lineare del 9,25%, con un ulteriore 5% che si applicherà per gli assegni da 32 a 67 mila euro e il 10% per quelli oltre i 62 mila euro. I tagli entrano in vigore dall’1 dicembre di quest’anno e saranno applicati per un quinquennio.

Sono 149 i vitalizi erogati dall’Ars con un costo di 18 milioni di euro. Il via libera al ddl è arrivato grazie a un’opera di mediazione che ha consentito una riscrittura di una articolo del ddl, che ha introdotto gli ulteriori aumenti a scaglioni del taglio rispetto al testo iniziale che conteneva solo la riduzione lineare del 9,25%.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Il 10 dicembre a Padova si terrà il workshop “Deforestation made in Italy”.

ARS. Taglio dei vitalizi del 9%. Figuccia :E’ una vergogna”