in , ,

La Turchia continua a tremare, le vittime salgono a 29

STANBUL – Dopo la tremenda scossa di magnitudo 6.8 che ha colpito venerdì sera la provincia di Elazig, la terra continua a tremare nella Turchia orientale: lo sciame sismico ha fatto registrare più di 240 scosse di assestamento, raggiungendo nel tardo pomeriggio di sabato la magnitudo 5.1. Il numero dei morti è salito a 29. I feriti sono oltre 1.200.

Sono una trentina i palazzi crollati nella provincia di Elazig e oltre quaranta le persone estratte vive dalle macerie da vigili del fuoco e soccorritori accorsi sul posto. Tra le persone ad avercela fatta anche Pinar, donna incinta di sei mesi salvata dopo essere stata sepolta sotto cumuli di macerie per circa 12 ore. Una decina di persone sarebbero ancora in vita sotto le macerie. 

L’epicentro del terremoto è stato a Sivrice, piccolo villaggio della provincia di Elazig a vocazione turistica sulle sponde del lago di Hazar, sorgente del fiume Tigri. Le scosse hanno fatto danni e vittime anche nella vicina provincia di Malatya. 

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si è recato sul luogo del disastro e ha partecipato ai funerali di alcune vittime. “Abbiamo già vissuto numerosi terremoti, ma con la pazienza il nostro popolo è sempre riuscito a superare queste prove”, ha detto.

La Turchia è un Paese ad altissimo rischio sismico. Nel 2011 furono 644 le vittime del terremoto di Van, nell’Est del Paese, vicino al confine con l’Iran. La più grande tragedia risale al 1999 quando un terremoto di magnitudo 7.6 si abbattè sulla città di Izmit ad appena 90 chilometri da Istanbul, uccidendo ufficialmente 17mila persone.

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio “ha espresso al suo omologo Mevlut Cavusoglu il cordoglio e la vicinanza dell’Italia al popolo turco, dopo il tragico terremoto di ieri sera”, ha riportato la Farnesina in un tweet. “Ci stringiamo alle famiglie delle vittime, ai feriti e a tutti coloro colpiti dal sisma”, conclude. 

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Nasce la compagnia aerea Aerolinee Siciliane SpA

“La legge sui vitalizi non si tocca”