in , , ,

L’UE ha disapprovato all’unanimità l’operazione militare della Turchia in Siria

epa07251365 (FILE) - Members of Syrian Kurdish People's Defence Units (YPG) celebrates their victory in Kobane, Syria, 26 January 2015 (Reissued 28 December 2018). According to reports on 28 December 2018, The US-backed Kurdish People's Protection Units (YPG) and the Syrian Democratic Forces (SDF), which control a 250km territory in northern Syria, asked Assad's Syrian army to take over control of Manbij town in order to protect it from a potential Turkish attack. On 19 December 2018 US President Donald J. Trump announced the withdrawal of US forces from Syria, and on 24 December 2018 he said that Turkey will be clearing the last of IS pockets in Syria. Turkey classifies the YPG and SDF as terrorist organizations. EPA/STR *** Local Caption *** 51764110

Il Consiglio dell’Unione Europea, l’organo che raduna i rappresentanti dei governi dell’Unione, ha disapprovato all’unanimità l’operazione militare che la Turchia sta portando avanti in queste ore contro i curdi siriani nel nordest della Siria, e che negli ultimi sviluppi ha portato a un accordo fra i curdi e il regime siriano di Bashar al Assad. Il comunicato del Consiglio è stato approvato all’unanimità: nelle scorse ore diversi giornalisti che si occupano di istituzioni europee avevano scritto che vari paesi fra cui Regno Unito e Croazia non volevano usare la parola «disapprovare» nel comunicato.

Il comunicato avrà conseguenze soprattutto simboliche: l’UE non interromperà i fondi che versa alla Turchia ogni anno per le politiche di vicinato e di allargamento dell’Unione – circa 400 milioni di euro sia nel 2019 sia nel 2020 – né promuoverà il divieto di vendere armi al governo turco.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Ssn: la Legge di Bilancio potrebbe cancellare il balzello di 10 euro sulle prescrizioni mediche.

Manovra, I renziani attaccano su quota 100