in , , ,

“Il mondo ci sostenga o si prenda i rifugiati”

“La comunità internazionale deve sostenere gli sforzi del nostro Paese o cominciare ad accettare i rifugiati” dalla Siria. Il ricatto del presidente turco Recep Tayyip Erdogan è lo stesso già sbandierato nei giorni scorsi, ma questa volta l’uomo forte di Ankara lo lancia dalle colonne di uno dei giornali americani più influenti del mondo: il Wall Street Journal. In un editoriale Erdogan difende l’offensiva militare contro i curdi nel nord-est della Siria, contro la quale si è espressa anche la Casa Bianca, annunciando sanzioni.

“La Turchia sta intervenendo dove altri hanno mancato di agire”, è il titolo scelto dal leader di Ankara per il suo intervento sul quotidiano americano. “I flussi di rifugiati siriani, la violenza e l’instabilità ci hanno spinto ai limiti della nostra tolleranza”, scrive Erdogan, che ricorda l’impegno del suo Paese nell’ospitare 3,6 milioni di rifugiati siriani e rivendica di aver speso “40 miliardi di dollari per offrire loro educazione, assistenza sanitaria e alloggio”. Tuttavia, insiste, “senza supporto finanziario internazionale non possiamo impedire ai rifugiati di andare in Occidente”. Erdogan spiega quindi di aver deciso l’offensiva in Siria dopo aver “concluso che la comunità internazionale non avrebbe compiuto i passi necessari” ad affrontare la situazione.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Due giorni di sciopero dei benzinai

Tatuaggi e Piercing vietati. Stretta nelle Forze Armate