in , ,

Nuovo Bonus 2021: 3.450 euro senza ISEE. Ecco come averli

di Gianni Carbone – Quando non c’è di mezzo l’ISEE è tutto più facile. Soprattutto se si parla di bonus. Molti dei bonus sono legati all’indicatore sintetico che misura la ricchezza di un nucleo famigliare. Con ISEE aggiornato ed in corso di validità si potranno richiedere per esempio i bonus bebè, l’assegno unico, il reddito di cittadinanza, bonus asilo nido, bonus maternità. Ma vi è un bonus molto consistente che non richiede ISEE ed è accessibile a tutti. Stiamo parlando del bonus cashback, che tra il 2021 e 2022 potrebbe arrivare fino a 3.450 euro. Ma vediamo come fare per ottenerlo. 

Bonus 150 euro a febbraio: no ISEE

Il programma di cashback, ormai attivo da oltre 2 mesi, consente di ricevere come rimborso il 10% di quanto è stato speso nei negozi fisici e pagato con uno strumento di pagamento elettronico. Sono quasi 10 milioni gli italiani che hanno scaricato l’app IO, l’app dei servizi pubblici. Oltre 7 milioni sono gli italiani che hanno aderito al programma di cashback, di cui oltre 4,5 milioni solo nel mese di dicembre per effetto dell’extra cashback di Natale.

Infatti l’8 dicembre (ricorderemo tutti le difficoltà riscontrate nel caricare gli strumenti di pagamento) è stato il giorno in cui è partito il programma del cashback in via sperimentale per il solo periodo di dicembre. Il numero di transazioni che dovevano essere effettuate per poter ricevere il 10% di rimborso erano 10, ed il rimborso massimo ammesso era di 150 euro. Le ultime statistiche hanno rilevato che l’importo medio rimborsato si attesterà sui 63 euro. Ma come avverrà il rimborso? In fase di registrazione all’app IO, nel programma Cashback, è richiesto l’inserimento dell’Iban del conto corrente o conto postale. Sarà proprio su questo Iban che Consap procederà a rimborsare l’importo spettante. Si può leggere l’importo che si riceverà sul conto corrente, direttamente dall’app IO nella sezione portafoglio alla voce cashback. Il cashback di Natale sarà rimborsato nel mese di febbraio 2021. Quindi, chi ha fatto 10 o più pagamenti elettronici nei negozi fisici tra l’8 e 31 dicembre 2020, si vedrà accreditare la relativa somma pari al 10% di quanto speso, per un importo massimo di 150 euro.

Bonus 300 euro: l’ISEE non conta

Dal 1 gennaio 2021, chi necessita di richiedere bonus, contributi, agevolazioni o richiedere il reddito di cittadinanza deve presentare la DSU per avere l’attestazione dell’ISEE. Ma a partire dal 1 gennaio 2021 è partito anche il programma di cashback che ci accompagnerà, salvo novità del nuovo governo, fino a giugno 2022. Con questo programma, tutti i cittadini residenti in Italia di maggiore età, possono avere un bonus massimo pari a 150 euro a semestre. Il primo semestre è quello appunto partito a gennaio e si concluderà il 30 giugno 2021. L’altro semestre invece inizia il 1 luglio per terminare il 31 dicembre 2021. Per ognuno di questi due semestri sono previsti 150 euro di rimborso, pari al 10% di quanto speso e pagato tramite carte di pagamento elettroniche come bancomat, carte di credito, poste pay, carte di debito. Il pagamento deve essere relativo ad acquisti effettuati unicamente all’interno di un esercizio commerciale fisico. L’importo massimo su cui si può ottenere il bonus cashback è di 1.500 euro. Mentre per singola operazione, il bonus massimo di rimborso è 15 euro, per una spesa pari o superiore a 150 euro. Rispettando i requisiiti previsti dal bonsu cashback, si potrà avere per il 2021 un bonus di 300 euro, che si va ad aggiungere al bonus massimo di 150 euro del cashback di Natale. I pagamenti avvengono entro 60 giorni dal termine del periodo. Quindi entro agosto 2021 e febbraio 2022.

Come ottenere il bonus senza Isee

Per essere sicuri di poter ottenere entro febbraio 2022 300 euro di bonus, dal programma di cashback è necessario registrarsi e seguire alcune regole. Vediamole insieme. 

La prima operazione da fare è ottenere lo Spid, l’identità digitale che ormai è necessaria per poter accedere a tanti servizi della pubblica amministrazione. Lo Spid può essere richiesto a partire dal compimento del 18esimo anno di età. Bisogna avere una casella di posta elettronica (non è necessaria la posta certificata) ed un numero di telefono mobile su cui ricevere i pin di accesso.

La seconda operazione è scaricare l’app IO da Play store o Apple Store. Successivamente il percorso è molto semplice. Procedere con le autorizzazioni richieste e poi seguire i vari passaggi. Nella sezione portafoglio si dovrà aggiungere come se fosse un voucher il programma cashback e autorizzare l’adesione. Poi si deve registrare l’Iban del proprio conto corrente o postale. In questa fase è molto importante inserire l’Iban corretto e corrispondente al conto intestato allo stesso soggetto che si è registrato all’app IO. Inoltre si deve anche registrare la carta di pagamento elettronico che si intenderà usare per i pagamenti. Si possono caricare tutte le carte di credito o debito, ma anche il bancomat e poste pay in possesso che di solito utilizzi nel negozio per pagare gli acquisti effettuati. 

Non ti resta che pagare i tuoi acquisti fisici con gli strumenti di pagamento registrati nell’App IO. Il requisito, unico, è quello di fare almeno 50 operazioni di acquisto in ogni semestre. Il massimo di rimborso che potrai ricevere è di 150 euro a semestre. Come vedi, non c’è bisogno di alcun ISEE.

Super-bonus da 3.000 euro senza Isee

Il programma di rimborso di Stato, consente anche di poter partecipare ad una sorta di graduatoria degli utilizzatori più assidui degli strumenti di pagamento elettronico. Se pertanto, ti sei iscritto al cashback, e paghi sempre i tuoi acquisti effettuati esclusivamente nei negozi fisici, con la carta elettronica che ha registrato sull’app IO, potrai anche essere uno dei fortunati che entro agosto potranno ricevere 1.500 euro addizionali. SI tratta del super-cashback. Ad una condizione. Risultare tra i primi 100.000 utilizzatori degli strumenti di pagamento elettronici. Cioè per tutti gli acquisti fatti si dovrà sempre usare il bancomat o carta di credito. Mai il contante. Anche per pagare il caffè. Solo così si potrà concorrere ad essere un possibile vincitore del bonus da 1.500 euro. Non conta quanto spendi in termini di importo ma quanto volte usi la tua carta di credito o bancomat. Come riportato sul sito app IO

a partire dal 1° gennaio 2021 i primi 100mila partecipanti che, nel singolo semestre di riferimento, abbiano totalizzato il maggior numero di transazioni con carte e app di pagamento registrati ai fini del Programma, ricevono un Super Cashback di €1500. Anche in questo caso, non c’è un importo minimo di spesa.

Ognuno può consultare dall’app IO nella sezione cashback la propria posizione in relazione a questa graduatoria, e sperare di essere tra i primi 100.000

La stessa operazione sarà presente nel semestre che va da luglio a dicembre 2021, e poi da gennaio a giugno 2022. Per un totale di 3.000 euro nel 2021 e 1.500 euro nel 2022.

Doppio bonus: ecco un modo per averlo

La regola del bonus cashback è quella di pagare gli acquisti fatti presso esercizi fisici con strumenti di pagamento elettronici. Il primo passo è quello di registrarsi sull’app IO ed inserire sia l’Iban del proprio conto corrente o postale che le carte di pagamento che si useranno per il pagamento. L’iban serve per ricevere l’accredito del bonus. Il bonus è pari a massimo 150 euro al mese. Per ogni transazione il rimborso massimo è di 15 euro. Lo strumento di pagamento deve essere elettronico. Quindi sono ammesse anche le carte di debito usa e getta. Ad esempio presso alcuni supermercati è possibile acquistare una carta di debito del taglio che si desidera. Se quell’acquisto è pagato con un bancomat o carta di credito, e queste carte di pagamento sono state registrate sull’app IO ai fini del cashback, ecco che si otterrà il 10% di rimborso. Acquistando una carta di debito usa e getta di 50 euro, il bonus sarà pari a 5 euro. La carta di debito usa e getta può essere aggiunta al portafoglio del cashback come ulteriore strumento di pagamento. A questo punto è sufficiente effettuare il pagamento di un successivo acquisto (non online) con la carta di debito usa e getta che il gioco è fatto! Altro bonus del 10%. Ad esempio si acquista un paio di scarpe che costa 50 euro e si paga con la carta di debito usa e getta, si otterrà 5 euro di bonus. Sommati ai 5 euro dell’acquisto della carta usa e getta, si otterrà 10 euro di bonus. 

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Tutta Italia in zona arancione scuro: i tre piani per il lockdown nazionale soft (dal 25 febbraio?)

Forestazione. La Regione Calabria aderisce al progetto For Italy