in ,

Open day alla Scuola Forestale di Ormea

Trentacinque anni fa, a Ormea, nell’elegante cornice dell’ottocentesco ex “Gran d’Hotel”, è stata fondata la Scuola Forestale. Un istituto storico divenuto, nel tempo, “Cuore pulsante” del Nord Ovest in fatto di Agronomia, Silvicoltura e Gestione del territorio. Oggi più che mai è tangibile, soprattutto nel mondo del lavoro, l’esigenza di persone preparate.

Il compito della Scuola Forestale sta proprio nel formare studenti capaci di interfacciarsi con la realtà professionale quotidiana, pronti a gestire superfici boschive a protezione del territorio e della produzione di legname, a effettuare manutenzione e tutela dell’ambiente, a realizzare e gestire aree di verde urbano, parchi e giardini, a intervenire nei processi produttivi nel rispetto della sostenibilità ambientale e a progettare interventi naturalistici e silvicolturali. Un’offerta formativa che delinea la forte identità della Scuola, caratterizzata dall’alternanza scuola-lavoro, che impegna i ragazzi in tirocini presso aziende di settore, enti parco, cooperative agricole, forestali ed enti montani anche all’estero, grazie al Progetto Erasmus.

“Possiamo davvero fare la differenza – dice la responsabile di sede, Gabriella Pesce – alternando periodi di formazione in aula a momenti di esperienze lavorative, in Italia e all’estero, i nostri ragazzi vengono preparati realmente a un ingresso consapevole nel mondo del lavoro, in cui sempre più sono richiesti competenza ed esperienza. Altrettanto importanti sono i rapporti stabili che la Scuola vanta con imprese del territorio e di livello europeo, con realtà locali e associazioni”.

Da non trascurare, poi, le ulteriori attività offerte: dal patentino europeo della motosega, al cantiere forestale, alle visite in aziende, poi i meeting con le altre scuole forestali italiane e gli incontri con gli esperti di settore. La Scuola vanta anche una significativa attività in azienda: dalla produzione del miele e del succo di mele di antiche varietà, a quella del “Saraceno”, vino ricavato da un vitigno di Ormeasco.

Il percorso didattico si compone di due step: al termine del terzo anno gli studenti possono conseguire la qualifica in “Silvicoltura e Salvaguardia dell’ambiente” aprendosi così la strada al lavoro autonomo o in aziende pubbliche e private; al termine del quinquennio, invece, gli studenti conseguono il diploma in “Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali” con cui possono intraprendere attività in proprio, esercitare la libera professione previa iscrizione all’albo, partecipare a concorsi pubblici, lavorare presso enti parco, proseguire con gli studi universitari oppure ancora perfezionare le competenze acquisite mediante percorsi formativi specialistici. A disposizione di chi arriva da più lontano, nel complesso immobiliare della Scuola sono stati ricavati anche spazi per il convitto con camere da letto, sale studio, spazi ricreativi e mensa.

L’istituto forestale aprirà le proprie porte a studenti di terza media e rispettive famiglie, in vista degli “Open day”, le domeniche del 17 novembre, 15 dicembre e 12 gennaio. Visite anche in settimana, dalle 10 alle 17, su appuntamento. Contatti: scuolaforestale@barufficevaormea.it – tel. 0174.391042  

savonanews

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Missione dei militari italiani all’estero. Ma quanto guadagnano ?

“Musumeci, bene l’accordo con il ministro Costa. Ora, quello con i Forestali”