in , ,

OMGOMG

Operai Forestali Basilicata passano a 180 giornate. E i colleghi della Sicilia ? Sopravvivono nella miseria delle 78 e 101

di Antonio David – Vi è una profonda rabbia tra i lavoratori Forestali siciliani nel veder scivolare tutto ciò che sente dire al cospetto di altre regioni ove le speranze rimangono vive o per meglio dire concrete.Parliamo dei lavoratori della Basilicata, settore lavorativo che ha visto penare e lottare  tante famiglie per ottenere qualcosa di positivo, e migliorare la situazione lavorativa. Forestali che hanno ottenuto l’aumento di giornate passando da 151 a 180. Un impegno preso anche con fondi comunali che hanno investito nella forestazione. E in Sicilia ?

Beh, una bella domanda che potrebbe avere una semplice risposta: niente di niente !! Perché questa differenza d’intenti ? certamente non è una questione di numeri ma di voglia di non applicare una questione da decenni nel bene comune. I lavoratori Forestali sono utili in tutto e questo l’hanno capito in Basilicata in Valle d’Aosta ma, non in Sicilia. A parole tutto è possibile ma non lo è nei fatti ove le colpe vengono ripartite da una poltrona all’altra da politica a politica. Tra incendi, dissesto idrogeologico, costi già sul bilancio regionale siciliano, esondazioni e rispetto ambientale la forza lavorativa attuale, è indispensabile al bene collettivo della Regione Siciliana.

Tutti vorrebbero avere un futuro più roseo dal punto di vista lavorativo, ma la politica siciliana la pensa diversamente dagli operai Forestali, li tengono ai margini della precarietà perenne che si risolleva nei periodi elettorali per scambi di voti e/o promesse di routine. Nessuno vuole ribadire il concetto visto che, gli operai ormai sono diventati “più grandi” ma soffrono tutt’ora tale problema. Situazione che dovrebbe essere uguale in tutte le regioni con medesimi problemi gestionali ma in Sicilia tutto è diverso. .. … e la colpa è certamente dei lavoratori che non si ribellano a tale realtà.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Esondazione a Siracusa. Piano di intervento per il fiume San Leonardo

Allerta in Liguria. Fiumi in piena, frane e sfollati. Scuole chiuse