in , , , ,

CuteCute

Orario invernale o estivo. I Forestali Siciliani al bivio

Giornata movimentata quella di oggi per i lavoratori Forestali siciliani. Già in mattinata si sono susseguite varie voci in cantiere sulle modalità di effettuare sia l’orario estivo sia quello invernale. Da norma già dal 1° Novembre di ogni anno cambia l’orario estivo che passa da estivo in invernale , quindi con inizio lavorativo dalle 7.30 per completarsi alle 16.00 con pausa pranzo di 30 minuti.

I sindacati hanno dato comunicazione che visto il completamento delle 39 ore settimanali si conclude nella giornata di sabato, pur essendo già a Novembre, quindi con slittamento di orario invernale a partire dal 4 Novembre. Una situazione di “eccezionalità” che vede gli stessi LTI essere presenti in cantiere ed unirsi ai colleghi LTD, A questo ha fatto eco anche la proposta dei vari lavoratori del palermitano di poter effettuare l’orario estivo anche nel periodo invernale, quindi con problematiche che eviterebbero malumori a tanti forestali delle alte Madonie che si trovano ad affrontare l’inverno diversamente dai colleghi di “marina”. Affrontare pioggia,nenve e freddo durante gli orari di pranzo non è il massimo per tanti e seppur lavorando il fine settimana gli operai sono favorevoli ad uneventuale cambiamento.

Il dirigente dell’Azienda Foreste di Palermo Vincenzo Lo Meo sembra disponibile a tale proposta fatta dai lavoratori come si evince nell’articolo pubblicato da Forestalinews – https://www.forestalinews.it/forestali-delle-madonie-chiedono-mantenere-lorario-estivo-conclusione-delle-giornate/ – e cio potrebbe dare una probabilità di miglioramento lavorativo negli umori di tali operai che affrontano la giornata sapendo che nell’eventualità di brutto tempo potrebbero essere a casa per la pausa pranzo.

Soluzione dunque che deve trovarsi con l’interlocuzione dei sindacati che faranno da tramite con l’Azienda sugli umori dei lavoratori e poter prendere una decisione definitiva con il dirigente di competenza. Difficile capire se attuabile

sin da subito visto che siamo già a ridosso dal problema, e forse si poteva preventivare anticipatamente e non ora solo dopo la fattibilità avuta a Catania…..

What do you think?

-1 points
Upvote Downvote

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Una perla dei Nebrodi. Il Rifugio Forestale di Santa Maria del bosco

Sant’Agata di Militello (Me). Forti dolori addominali per una suora. In ospedale scopre di essere incinta