in , ,

Oro di Manna delle Madonie. Dono al Papa dal maestro Fiasconaro

(ANSA) – PALERMO, 5 DIC – – É stato un incontro speciale quello di ieri fra Papa Francesco e il Maestro Pasticciere Nicola Fiasconaro, accompagnato da due rappresentanti del Consorzio Manna Madonita di Castelbuono (PA), nato grazie al sostegno della Fondazione Con il Sud, ente non profit privato che promuove lo sviluppo del Sud Italia. In dono al pontefice una cesta contenente la manna prodotta nel comprensorio locale palermitano e il goloso Oro di Manna di Fiasconaro, il panettone artigianale con crema di manna da spalmare, ricoperto di glassa bianca e colata di mannetti.

Alla fine dell’incontro il Pontefice ha fatto una speciale benedizione per i lavoratori delle terre madonite e per le loro famiglie.
    La manna, nutrimento di memoria biblica, noto come cibo piovuto dal cielo per sfamare il popolo di Israele nel deserto, questa preziosa resina dal sapore dolciastro viene estratta ancora oggi con tecniche antichissime dalla corteccia dei frassini madoniti. La manna viene coltivata su una superficie di 60 ettari nei boschi fra Castelbuono e Pollina, in provincia di Palermo. Il Pontefice ha ascoltato con attenzione la storia di questo prodotto, ricco di proprietà benefiche e valido sostituto dello zucchero, raccolto nella stagione estiva direttamente dalla pianta intaccata, sotto forma di suggestive stalattiti bianche. “La manna è una risorsa vitale per il rilancio del comprensorio madonita e non solo”, ha commentato Nicola Fiasconaro. “La nostra azienda sostiene da sempre il Consorzio Madonita nel progetto di rilancio di questo tipico prodotto, ancora poco noto e con un enorme potenziale di crescita sul mercato”.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Come riconoscere un buon panettone

Emolumenti di Ottobre e Novembre per Forestali di Trapani