in , , , ,

Ponte di Messina, Condorelli (Ugl): “Nessun alibi, che si realizzi”

Ritorna d’attualità il progetto riguardante la costruzione del Ponte di Messina. Il vicepremier e ministro delle Infrastrutture ha contattato i governatori di Sicilia e Calabria e si sono accordati per organizzare un incontro al dicastero di Porta Pia.

Si riaccendono dunque le speranze per il popolo del Si all’opera che però, sia in Sicilia che in Calabria, ha movimenti e associazioni che promettono battaglia e liquidano l’opera da sempre cavallo di battaglia del centrodestra come inutile e dannosa rispetto alle reali necessità dell’isola in termini di sviluppo economico. Sull’importante opera del Sud è intervenuta anche l’Ugl da sempre favorevole alla realizzazione dell’infrastruttura determinante per l’economia isolana e nazionale.

“La vittoria del centro destra in Sicilia e in Italia ci induce ad un moderato ottimismo circa la realizzazione del ponte  sullo stretto. Un progetto che ha radici lontani ma che non ha mai trovato attuazione anche quando tanti , troppi e di tutte le parti politiche si sono espressi per la realizzazione”.

A dichiararlo è Giovanni Condorelli, Segretario Confederale dell’Ugl con delega per il Mezzogiorno.

“Viene spontaneo quindi chiedersi – afferma Condorelli –  se sarà così anche questa volta, anche se i  proclami e gli annunci programmatici  sono molto forti e sembrano trovare una omogenea posizione politica sia a Palermo che Roma.

Non ci sono quindi più alibi. Una ennesima promessa mancata sarebbe qualcosa di inaccettabile perché significherebbe privare la Sicilia, la Calabria ,l’Italia, l’Europa e il mondo intero di un’opera strategica sul piano dello sviluppo economico e commerciale , su quello occupazionale  infatti si parla di molte decine di migliaia di posti lavori, e che rappresenterebbe sul piano estetico e di grandezza una meraviglia  in grado di attrarre visitatori da tutto il mondo”.

 “E poi  – spiega – tutto quello che potrebbe essere funzionale  per congiungere  il nord europa  l’Africa   e il mediterraneo è determinante come un altro elemento molto importante che lascia ben sperare e la presenza del ministro Musumeci , a cui va l augurio di un buon lavoro, che nel suo ruolo di ministro del sud e forte sostenitore come ex presidente della regione sicilia di un progetto dichiaratamente strategico e fondamentale per la resurrezione del sud”.

“Noi come Ugl – conclude Condorelli – abbiamo sempre appoggiato e dichiarato la nostra posizione favorevole circa la realizzazione del ponte  e ci auguriamo che questa possa essere la volta buona , diversamente non potremmo accettare dal centro destra italiano un comportamento difforme da quanto già da tempo promesso”.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Bonus 150 Euro: arriverà già a Novembre per dipendenti e pensionati. Come si ottiene

Babcok in ricordo di Matteo e Roberto…