in ,

Prevenzione in vista. Scatta l’allarme incendi in ciociaria

L’amministrazione di San Biagio Saracinisco sta approntando il progetto per intervenire a sostegno della prevenzione dei danni al patrimonio forestale causati dagli incendi boschivi e dal dissesto idrogeologico. Per questo, qualche tempo fa lo ha affidato a un pool di professionisti tra i quali un agronomo, un geologo e un architetto, affinché, ciascuno per le proprie competenze, mettesse mano a un progetto già redatto secondo la fattibilità tecnica ed economica dai tecnici interni all’amministrazione sanbiagese.

Il progetto dovrà essere sottoposto all’attenzione degli organi della Regione Lazio per ottenere il sostegno economico e quindi l’approvazione. In particolare l’intervento progettato riguarderà aree situate in località varie tra cui Valle del Foce con le propaggini del Monte la Monna quindi la Faggeta e la Pineta. Poi il progetto riguarda la sistemazione di alcun tratti in dissesto in via Cerreto comprensivi della sistemazione della omonima strada e, infine, la realizzazione di un punto di presa acqua in località Gallo Maggiore.

L’importo dei lavori ammessi a finanziamento è di quasi 140.000 euro, mentre la previsione di spesa era molto maggiore, quasi 300.000 euro: tuttavia, anche se ridotto, l’impegno di spesa è di tutto rispetto quando, come in questo caso, si tratta di prevenire i danni al patrimonio forestale causati dagli incendi boschivi e dal dissesto idrogeologico.
In fatto di incendi, l’anno appena trascorso ha segnato la Valle di Comino offrendo quanto di più negativo si potesse sperare: tra luglio e agosto furiosi roghi hanno impegnato per giorni decine di vigili del fuoco e volontari della protezione civile a spegnere le fiamme che si alzavano tra San Donato Val Comino e Alvito.

Nel progetto predisposto dai professionisti incaricati dal comune di San Biagio Saracinisco, una voce importante riguarda lavori a sostegno della viabilità con prevalente funzione antincendio: è una voce determinante tutta rivolta a realizzare interventi tesi a prevenire prima, e a combattere dopo, gli incendi che possono colpire le zone individuate dal progetto. L’opera verrà finanziata secondo il Programma di sviluppo rurale del Lazio e verrà realizzata su aree di proprietà comunale. 

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Dopo mesi di incendi in Australia, il Nuovo Galles tira un sospiro di sollievo

Arriva l’Erickson Air Crane, l’elicottero dei Vigili del Fuoco usato per le campagne antincendio boschivi