in , , ,

Prevenzione incendi in Lombardia. Nuovi fondi agli enti forestali

La Direzione Generale Territorio e Protezione civile, in relazione alle norme per la difesa dei boschi dagli incendi, ha disposto a partire dal 22 marzo 2021 lo stato di alto rischio di incendio boschivo su tutto il territorio regionale istituendo, di fatto, il divieto assoluto di accensione di fuochi all’aperto nei boschi.

Prevenire
“Gli avvisi di criticità emessi dal Centro Monitoraggio Rischi di Regione Lombardia – ha fatto sapere l’assessore al Territorio e protezione civile Pietro Foroni – hanno confermato la persistenza di condizioni meteorologiche favorevoli allo sviluppo di incendi. L’obiettivo è di proseguire nelle attività di monitoraggio per prevenire eventuali ulteriori criticità”.

Per dar modo agli Enti forestali di continuare a perfezionare l’operatività fino a oggi dimostrata, Regione Lombardia ha messo a disposizione, inoltre, nuove risorse economiche, per l’anno 2021, pari a 1.635.000 euro a favore di 23 Comunità Montane, 9 Province, 10 Enti gestori di Parchi regionali e di Città Metropolitana.

Di questi fondi, 635.000 euro potranno essere utilizzati dagli Enti per sostenere gli oneri per la formazione, visite mediche ed equipaggiamento. Le restanti risorse a fondo perduto (1.000.000 euro), saranno necessarie per implementare il sistema di difesa dal fuoco mediante l’acquisto di mezzi antincendio, attrezzature e opere per l’approvvigionamento idrico.

Impegno di Regione Lombardia
“Anche in questo particolare momento storico – ha osservato Foroni -, Regione Lombardia è riuscita a mettere in atto un importante sforzo economico per sostenere i nostri Enti Forestali regionali, impegnati nella prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi”.

Al 28 marzo 2021 ammonta a 86 il numero di incendi complessivi registrati dalla Sala Operativa regionale, per un totale di 43 interventi da parte di elicotteri regionali e 8 mezzi nazionali; nel 2019 gli incendi rilevati erano stati 187 con un totale di 135 interventi effettuati.

“Questo contributo rappresenta per Regione un grande investimento per proseguire nell’attività di salvaguardia delle nostre aree boschive – ha concluso l’assessore -. I numeri registrati sono rassicuranti, a dimostrazione della forte capacità d’intervento messa in campo dalle squadre di volontariato. Un sentito ringraziamento anche a Vigili del Fuoco e Carabinieri Forestali convenzionati con Regione per l’impegno profuso”.

Come verranno distribuiti
– Lodi: 13.540,63 euro (Parco Adda Sud)

– Sondrio: 238.246,42 euro (Comunità Montane); 2.427,41 euro (Provincia)

– Brescia: 316.360,37 euro (Comunità Montane); 17.173,47 euro (Parco Oglio Nord); 27.168,33 euro (Provincia)

– Bergamo: 246.876,48 euro (Comunità Montane); 31.001,18 euro (Parco dei Colli Bergamo); 14.751,19 euro (Provincia)

– Varese: 93.075,94 euro (Comunità Montane); 33.363,8 euro (Parco del Campo dei Fiori); 25.487,82 euro (Provincia)

– Como: 158.044,27 euro (Comunità Montane); 21.466,85 euro (Parco Pineta e Appiano Gentile); 28.008,59 euro (Provincia)

– Lecco: 116.065,79 euro (Comunità Montane); 22.787,88 euro (Parco di Montevecchia e Valle del Curone); 15.871,53 euro (Provincia)

– Pavia: 46.027,96 euro (Comunità Montane); 19.699,37 euro (Provincia)

– Milano: 12.714,98 euro (Parco Adda Nord);38.367,23 euro (Parco delle Groane); 60.229,13 euro (Parco Lombardo della Valle del Ticino); 17.925,50 euro (Città Metropolitana di Milano)

– Mantova: 8.421,61 euro (Parco del Mincio)

– Monza e Brianza: 9.896,37 euro (Provincia)

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Astrazeneca sotto la valutazione Ema. Vaccino indicato per gli over 60

Decreto Sostegni, lavoratori agricoli dimenticati. Sabato 10 aprile presidi davanti le Prefetture di tutta Italia