in , , , ,

Protesta dei ristoratori a Catania. “Noi chiusi e i mercati aperti”

“Non c’è distanziamento sociale, noi chiusi e in ginocchio e invece i mercati sono aperti”. Protestano i leader dei ristoratori a Catania. Lo fanno con un video nel cuore della città, in diretta da piazza Giovanni Verga, dove è in corso il mercato biologico della domenica.

Roberto Tudisco, leader dei ristoratori catanesi e gli imprenditori Gianluca Giordano e Mario Urzì, sono andati nel mercato biologico che, in piena zona rossa, è regolarmente in funzione. “Abbiamo decine di dipendenti a casa – dice Urzì – e qui c’è l’inferno, questa è la dimostrazione del fallimento della politica, che ci ha preso come capro espiatorio”

.Tudisco è furioso: “I nostri dipendenti e tutti quelli che appartengono alla filiera della ristorazione non hanno i soldi per comprare neanche il pane, qui, al mercato della domenica, mentre anche i centri commerciali sono chiusi, è possibile acquistare salumi, formaggi, frutta e verdura. Dov’è il distanziamento? Ci sono centinaia di persone”.“Questione di qualche giorno – insiste Tudisco – e getteremo i tavoli in mezzo alla strada. I negozi e tutto il commercio a Catania è fermo.

Noi da 4 mesi sopportiamo le regole del governo, dobbiamo stare a casa e non possiamo lavorare. Anche le associazioni di categoria che ci dovevano difendere ci hanno bloccati, ma non possiamo andare avanti così”.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Catania. Assicuratore positivo al Covid, continuava a ricevere clienti nel suo ufficio. Arrestato

Mascherina ffp2 è necessaria o basta la chirurgica? Rispondono gli esperti