in , ,

Soli incontri per i sindacati. “Non quaglia” il futuro dei Forestali

È sempre la stessa storia o forse è meglio dire lo stesso film quello che si presenta nei primi mesi dell’anno per i lavoratori Forestali. Una serie di richieste agli assessori per prendere appuntamento a date da destinarsi e tempi che allungano l’agonia di operai che chiedono immediatezza e fatti concreti.

Una perdita di tempo a voce social di tutti i lavoratori e parole di disprezzo per chi dovrebbe garantire protezione reale e non fittizia. Non bastano più le rassicurazioni che si possano dare o possano dire ad una popolazione stanca e succube di un mondo in cui sindacato e governo camminano a braccetto.

La favola di Topolino che tutti conoscono è realtà che si vede e si tocca con mano, poiché nessuno è scemo da pensare e andare dietro a tale ingiustizia perpetua. Peccato, c’erano le possibilità di poter ricredersi su un lavoro sindacale che dovrebbe sindacare e non avallare ma, ci si ritrova sempre alle solite menate e tour per informare i lavoratori come se nessuno sapesse o conoscesse .  

Ci vuole coraggio e dedizione e per continuare su tali canali che viaggiano a bassa quota, urge quindi un cambiamento di condotta etica e morale che ad oggi ha avallato tutto e tutti. Certamente non si può più appoggiare tale modo di agire via social e seduti dalle poltrone, facendo girare comunicati copia incolla da anni, visto che cambiando la data, il problema non si risolve. Paure che non bastano a giustificare una fiducia data a tempo, quindi inutile preoccuparsi ora di un problema che vive da sempre, la politica è sopratutto questa.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Caldo anomalo in Sardegna

Effetto coronavirus. Giovane fatta scendere dal bus perché era cinese