in ,

Stabilizzazione di 1500 operai Forestali in Campania. Se non ora quando ?

Caso idrauilici forestali, nuova riunione per parlare della stabilizzazione. In una lettera aperta i lavoratori campani, distribuiti sulle varie province chiedono impegni certi per la stabilizzazione, promessa da tempo e che ancora non è avvenuta.

“Rimarcando la propria utilità  nel servire il territorio  dal dissesto idrogeologico alla prevenzione Antincendio Boschivo ,dalla cura del verde pubblico alla lotta attiva  agli incendi chiediamo – spiegano i lavoratori – di mettere fine al nostro calvario di precario a vita.

Negli ultimi anni soprattutto con questa giunta  regionale ci sono stati enormi miglioramenti  dal punto  di vista della stabilità e continuità lavorativa. Manca solo un ultimo passo: la Stabilizzazione  piena e completa  dei circa 1500 persone.

Stabilizzazione ora più che mai possibile , ed economicamente  favorevole per le casse  della regione e soprattutto  di pubblica utilità.

I lavoratori  non avrebbero più bisogno  delle indennità a sostegno del reddito oggi a carico  dall’Inps  e  tra l’altro  il territorio  ne gioverebbe  della presenza continua di questi operai …..abbiamo  dimostrato, agli organi regionali,  che con i pensionamenti  avuti negli ultimi  5 anni e quelli che avverranno nei prossimi  2 anni che ci sono tutte le condizioni  sia economiche  che tecniche  per rendere stabile  e sicuro  il nostro  lavoro , ci sarebbe addirittura un risparmio  in termini di finanziamenti  sia da parte della regione  che da parte  del peso passivo sulla  società quindi sulle casse dello stato, rimarcano gli operai”.

Operai che, nel frattempo, si sono riorganizzati in un gruppo coeso e compatto così come nel 2015 in occasione di un incontro ad Avellino  proprio  con il Presidente De Luca. Gruppo  che ha tra l’altro  ha fatto  pervenire  agli organi  regionali  uno studio  approfondito  e meticoloso  sulla fattibilità  e sull’utilità  di una Stabilizzazione  piena e completa  dei 1500 operai a tempo determinato. Gruppo  che a breve si riorganizza’ con un incontro , nel rispetto  delle norme sanitarie,  proprio  per far in modo  che le loro proposte  abbiano le giuste attenzioni.

“Le nostre proposte sono vantaggiose per tutte le parti in causa: per gli OTD che finalmente dopo decenni di lavoro precario, vedrebbero riconosciuto il loro legittimo diritto alla stabilità e serenità lavorativa; per l’amministrazione regionale che andrebbe a ridurre le spese per la gestione della delega in materia forestale di cui alla LR 11/96. Soprattutto sarebbe vantaggiosa per l’intero territorio regionale che si gioverebbe, in modo permanente, dell’apporto di competenze altamente qualificate.

Ecco ci affidiamo  al decisionismo e soprattutto  alla politica  antiburocratica del Presidente De Luca ….viste le condizioni favorevoli non vogliamo essere  per l’ennesima volta oggetto di strumentalizzazione  elettorale quindi  se non oraquando? E soprattutto: perchè non ora?”. 

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Sicilia. Abilito il distanziamento sociale nei mezzi pubblici ma, rimane l’obbligo della mascherina

Foresta in musica per i tre anni delle faggete UNESCO