in , , , ,

Tensione a Mondragone. Da lunedì è zona rossa a causa di una cinquantina di contagi da Coronavirus

Residents living in a building inside the red zone where new 49 cases of coronavirus infections were confirmed, protest in Mondragone, Southern Italy, 25 June 2020. Still tension in Mondragone (Caserta), at the ex Cirio buildings, between the Italian demonstrators who preside over the access gate and the Bulgarians who live inside the red zone. A Bulgarian threw a chair from the balcony, Italians responded by throwing stones and breaking through the windows of parked Bulgarian cars. Then they showed the plates of the cars like trophies. A crowd gathered below the palace, accusing the police of "being too permissive with the Bulgarians". ANSA/CIRO FUSCO

Situazione ancora tesa a Mondragone, nel Casertano. Sono stato eseguiti 730 tamponi a persone dei palazzi ex Cirio, che da lunedì è zona rossa a causa di circa 43 contagi da coronavirus, diffusi in particolare nella comunità bulgara che abita lì. Poi il personale dell’Asl di Caserta si è spostato in piazza Crocelle e piazza Falcone per praticare i test ai cittadini su base volontaria.

“Nostra figlia deve partorire – dice un anziano – quindi abbiamo deciso di fare il tampone per sicurezza”.

Mattinata di relativa calma nella zona rossa. Sono stati inoltre rintracciati i quattro bulgari positivi che erano riusciti a dileguarsi violando la zona rossa, anche se circolano voci non confermate di altri 7-8 bulgari positivi che sarebbero spariti. Gli inquilini bulgari sono rimasti nelle loro case, perlopiù affacciati ai balconi, così come quelli italiani; l’area è stata maggiormente sigillata con il posizionamento di jersey in cemento.

Un momento di tensione c’è stato quando un italiano, padre di una ragazza residente nei palazzi ex Cirio, è entrato e uscito dalla zona rossa, ed è stato fermato dai militari, ma la situazione è rientrata. Intanto il sindaco Virgilio Pacifico ha lanciato un appello alla cittadinanza invitandola a fare i tamponi, e a presentarsi alle due postazioni Asl realizzate in piazza Falcone e piazza Crocelle. “Cari concittadini di Mondragone – scrive il sindaco in una nota – ritengo opportuno e necessario che si sottoponiate, gratuitamente, all’esame del tampone per rilevare l’eventuale presenza del Coronavirus. Un esame di routine per gli istituti medici, che si esegue rapidamente ed è indolore”.

Ancora tensione nella notte nell’area dei palazzi ex Cirio. Verso le 2 i vigili del fuoco sono intervenuti per l’incendio di un furgoncino in viale Margherita, a ridosso dei palazzi.

Il mezzo dovrebbe essere di proprietà di un bulgaro. Dai primi accertamenti sembra che la causa sia dolosa e che sia stata usata una bottiglia incendiaria.

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Richiesta avviamento manodopera forestale Territorio di Messina

I parenti delle vittime di ponte Morandi non parteciperanno alla cerimonia di inaugurazione del nuovo viadotto