in , ,

Una trave da 2mila tonnellate e il ponte riappare su Genova: “Viadotto pronto per l’estate”

Genova – L’ultimo ok, dopo lunghe ore di rifiniture e verifiche, è arrivato venti minuti prima delle 19. Poi, affogate nel costante brusio del cantiere, le pinze hanno iniziato a mordere i cavi di acciaio e l’ascesa è iniziata. In giornata la prima campata da cento metri del nuovo ponte sul Polcevera sarà al suo posto. E questo porterà a 500 metri la lunghezza delle travi del nuovo ponte opera del consorzio PerGenova (composto da Fincantieri e Salini Impregilo) già in posizione.

I lavori sono stati sospesi durante la notte. E all’alba la maxi trave ha ripreso il suo cammino verso l’alto: alle 7 non aveva ancora raggiunto la metà della sua salita.

Grazie alla maggiore capacità degli strand jack, in grado di sollevare carichi davvero eccezionali, per la prima volta la campata è stata issata già assemblata. Completa in particolare dei carter, le ali (sette per lato nelle sezioni lunghe), che conferiscono al ponte la forma di chiglia nave uscita dalla matita di Renzo Piano. Anche la peculiare scelta architettonica ha imposto una manovra non ordinaria, nella costruzione di ponti. Speculare a quella già eseguita ai tempi dello smontaggio del moncone occidentale del vecchio ponte Morandi. E usata, in particolare, per calare a terra le travi tampone su cui correva la carreggiata.

Il peso della parte di impalcato portata in quota in queste ore è però quasi doppio rispetto alle sezioni realizzate in calcestruzzo che poggiavano sulle vecchie otto pile costruite a occidente del Polcevera. Ai cavi d’acciaio movimentati dai martinetti idraulici sono infatti state assicurate circa 1.800 tonnellate di peso.

La manovra, assai delicata, è stata preceduta da una laboriosa fase di preparazione. Essenziale che la geometria e la distribuzione del peso sui quattro macchinari, capaci di issare fino a 750 tonnellate l’uno, fosse perfetta. Come anche l’allineamento tra i due elementi verticali – le pile 8 e 9 – e quello orizzontale.

What do you think?

-1 points
Upvote Downvote

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Caso Gregoretti, Stefani: “Ora solo processo può dare verità”

Frecciarossa deragliato. Non solo “un errore umano” ma anche “un problema tecnico”