in , ,

USB Molise. Confronto con i Forestali di Basilicata, Calabria, Campania e Puglia

«L’Unione sindacale di base dei lavoratori forestali del Molise (USB) – si legge in una nota a firma di Giuseppe Pavone, Rossella Griselli (Esec.Reg. Usb Molise) e Donato Di Blasio (Rsu Usb Forestali Molise) nella giornata di sabato 01 febbraio si è resa promotrice di un incontro, presso la sede USB di Foggia, alla presenza dei vertici nazionali dell’Unione sindacale di base, per discutere della annosa questione dei lavoratori forestali. USB Forestali del Molise ha ritenuto assolutamente necessario un confronto con i colleghi delle Regioni del Meridione; Basilicata, Calabria, Campania e Puglia, al fine di creare una sana e opportuna sinergia, al fine di capire meglio le modalità di gestione dei lavoratori, l’utilizzo di risorse, le reali esigenze dei territori, morfologicamente simili, territori martoriati dal dissesto idrogeologico.

USB Forestali del Molise crede fortemente nella necessità di stabilizzare e ridare dignità e prospettive lavorative certe e durature agli operatori idraulico forestali, pertanto coerentemente a quanto fatto nel corso degli ultimi anni nella nostra Regione, con una presenza costante e un continuo contributo di idee, proposte, che anche attraverso alcune battaglie, a difesa dei diritti e della dignità dei lavoratori, hanno oggettivamente migliorato le condizioni generali dei lavoratori. Siamo convinti che l’unità d’intendi, nel voler raggiungere l’obbiettivo comune, ovvero, una fisiologica stabilizzazione dopo 40 anni di triste precarietà, è non solo indispensabile ma assolutamente imprescindibile per la tutela dei nostri territori e la salvaguardia dal dissesto idrogeologico.

Abbiamo ritenuto opportuno chiedere un incontro urgente al Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale On. Giuseppe Provenzano e al Coordinatore della X° Commissione Politiche Agricole presso la Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome Dott.re Michele Emiliano, in allegato, per discutere oltre che della violazione della Direttiva 1997/70/CE sul lavoro a tempo determinato con particolare riferimento – concludono i tre – ad alcune categorie di lavoratori esclusi dal campo di applicazione dell’art.29 del D.lgs 81 del 2015, della  possibile e necessaria stabilizzazione degli idraulico forestali nelle Regioni del Mezzogiorno».

What do you think?

Written by forestalinews

Per contattarci cliccate sulla busta sopra. Saremo lieti di rispondervi :)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading…

0

Comments

0 comments

Gestione illecita di rifiuti e abusi edilizi. 4 denunce dai CC Forestali di Rapallo

“Veri sapori – Dai Sicani alle Madonie”. Domani una kermesse su enogastronomia ad Alia